Jet lag: consigli per affrontarlo in serenità

/Jet lag: consigli per affrontarlo in serenità

Jet lag: consigli per affrontarlo in serenità

Il jet lag è una condizione che può interessare il viaggiatore che si sposta tra due zone del mondo che presentano un diverso fuso orario.

Quando si verifica il jet lag

Se si effettua un viaggio lunghissimo ma che prevede uno spostamento rigorosamente da nord a sud (o viceversa), quindi senza che i fusi orari cambino, il jet lag non può manifestarsi, al contrario sono a rischio jet lag tutti quei viaggi che prevedono degli spostamenti da est a ovest (e viceversa).
Un tipico esempio di viaggio che può causare jet lag, anche per via della sua lunghezza, è un collegamento tra l’Europa e l’America.

In cosa consiste il jet lag

Il jet lag consiste sostanzialmente in un’alterazione del naturale bioritmo giornaliero, ovvero di quelli che vengono chiamati ritmi circadiani.
L’organismo umano è fortemente abitudinario, dunque in condizioni psico-fisiche normali tende ad avvertire il sonno nella stessa fascia oraria; lo stesso si può dire anche per quel che riguarda altro tipo di stimoli, come ad esempio quello della fame.
Immaginiamo che si sia abituati ad andare a dormire a mezzanotte: compiendo un lungo viaggio aereo ci si può ritrovare in una nazione in cui è ancora primo pomeriggio nel mentre, nel Paese da cui si è partiti, sono proprio le 24:00, e la cosa può creare non poco scombussolamento.

Come si manifesta il jet lag

Il jet lag può dunque manifestarsi in molti modi diversi: difficoltà nel prendere sonno pur essendo stanchi, sensazioni di irritabilità, scarsa attenzione, piccoli disturbi digestivi.
L’intensità del jet lag è legata ad una serie di fattori: non solo, ovviamente, alla lunghezza del viaggio e alla differenza di fuso orario, ma anche alla sensibilità personale, alla condizione fisica, a quanto si è abituati a compiere viaggi di questo tipo.
Avere un po’ di scombussolamento dopo un lungo viaggio verso una nazione dal fuso orario differente è del tutto normale e nel giro di alcuni giorni il bioritmo personale è destinato a regolarizzarsi, tuttavia vi sono alcuni suggerimenti molto preziosi per evitare che il disagio sia minimo.

Come prepararsi in vista di un viaggio a rischio jet lag

É sicuramente utile modificare leggermente le proprie abitudini prima della partenza, tenendo in considerazione appunto del tipo di fuso orario che si troverà al proprio arrivo.
Non è assolutamente il caso, ad ogni modo, di stravolgere le proprie giornate, anzi è molto importante iniziare il viaggio ben riposati: non aver dormito bene potrebbe infatti accentuare le sensazioni di scombussolamento e di stress una volta giunti a destinazione.

Come contrastare il jet lag

La luce sa influenzare in modo molto efficace il nostro bioritmo, di conseguenza se si vuol dormire a bordo dell’aereo può essere utile proteggere gli occhi con la classica mascherina e magari favorire il relax utilizzando dei tappi acustici.
Allo stesso modo se una volta giunti a destinazione si vuol riposare, ma in zona c’è il sole, è sicuramente un buon consiglio quello di rendere la stanza perfettamente buia.
Anche l’alimentazione da essere importante in tale ottica: zuccheri e carboidrati conciliano il sonno, mentre si sconsiglia vivamente di bere alcol con l’intento di dormire in quanto non si farebbe che aumentare la sensazione di confusione.
Si è abituati a considerare il caffè un prezioso “amico” per rimanere svegli, in realtà non è mai positivo abusare di questa bevanda: assumere quantità cospicue di caffeina, oltre a poter causare una vasta gamma di disturbi quali insonnia e tachicardia, può accentuare ulteriormente lo stato di confusione dovuto allo scombussolamento dei ritmi circadiani.

Integratori alimentari e medicinali per jet lag

Laddove il jet lag stia comportando in primis una difficoltà nel prendere sonno si può far ricorso a specifici integratori alimentari naturali, come ad esempio la valeriana, ottima per contrastare l’ansia e per favorire un corretto riposo.
In casi particolarmente accentuati possono essere prescritti dei medicinali, ma da questo punto di vista è ovviamente necessario il parere di un medico, dunque non si può scegliere di farne uso in modo arbitrario.

Organizza il tuo prossimo viaggio, ottieni subito un preventivo: 

2019-06-03T16:03:05+00:00settembre 20th, 2018|Senza categoria|